domenica 16 settembre 2007

Ariel Diaz, amico trovador

La Nueva Trova cubana in questo momento è più viva che mai, decine di artisti stanno regalando agli appassionati di questo straordinario genere musicale un repertorio in continua evoluzione. Molti sono i giovani che intraprendono la carriera di cantanti ed autori e stanno dimostrando che la Trova, che ha dato al mondo artisti del calibro di Pablo Milanès e Silvio Rodriguez, ha profonde radici nella cultura cubana. Conosco molti di questi artisti che si esibiscono spesso nei vari locali dell'isola e tra loro vanto una profonda amicizia con Arièl Diaz, amico di famiglia, un cantautore autodidatta che suona la chitarra in modo divino e scrive testi bellissimi. Nel 2003 Arièl sposa la giovane attrice Amanda Cepero che si scopre avere delle doti vocali non comuni, la sua voce calda e bassa si armonizza in maniera straordinaria con quella di Arièl. Da questa unione affettiva ed artistica sono nate interpretazioni straordinarie che a me emozionano sempre. Come durante un'esibizione al Centro Cultural Pablo De La Torriente Brau, dove davanti ad un pubblico attento e competente hanno regalato una serata indimenticabile a tutti i loro affezionati estimatori.
Recentemente El Centro Cultural Pablo de la Torriente Brau e l'Ambasciata del Messico a Cuba, in occasione del centenario della nascita della famosa pittrice messicana Frida Kahlo (6 luglio 1907) e del cinquantenario della morte di Diego Rivera (24 novembre 1957), hanno indetto un concorso rivolto ai trovadores. Arièl ha partecipato con la canzone: Retrato con el pelo corto, in coppia con Liliana Hector, giovanissima chitarrista e cantante. Quindici giorni fa mi ha telefonato per dirmi che hanno vinto il concorso! Ovviamento l'ho invitato a festeggiare a casa mia. Arièl mi ha raccontato dei suoi numerosi progetti di lavoro, gli ho chiesto di riservare una settimana per venire in Italia, in primavera intendo invitarlo per alcuni concerti in Valtellina e possibilmente nella vicina Svizzera. Sarebbe bello se alcuni amici del blog riuscissero ad organizzare qualcosa di analogo in altre parti d'Italia, potrebbe approfittarne per conoscere meglio il nostro paese.

Per chi vuole conoscere meglio Arièl e la sua storia artistica, può farlo sul suo sito all'indirizzo http://www.trovacub.com/arielyamanda/index.html

16 commenti:

Francesco A. ha detto...

BENTORNATO ELIO!!!!!
che piacere ritrovare i tuoi post.. ho letto i commenti vigliacchi nell'altro post, che ci vuoi fare la mamma degl' ignoranti è sempre incinta...bhè come è andata allora?

non so se hai visitato amandocuba... mi sono associato con altri due blog che sicuramente conoscevi (el cubano, el rincon) che fondendosi assieme hanno prodotto il blog/sito di italiacuba-verona...siamo tutti e tre membri dell'associazione e amici...il link www.italiacuba-verona.com

colgo l'occasione caro Elio di invitarti a Legnago(vr)il 28/09 ad una serata strepitosa ...con Alberto Granado...QUESTA VOLTA NON PUOI MANCARE....CIAO A PRESTO Francesco A.(cecco si)

P.S. TI MANDO LA MAIL DELLA SERATA

Francesco A. ha detto...

Ovviamente l'invito per la serata con Alberto Granado è estesa a tutti gli interessati...CIAO

gc ha detto...

Bentornato Elio e Viva la trova!
Gennaro

Eliolibre ha detto...

Ciao Cecco si, purtroppo temo che anche questa volta non potrò essere a Verona. Salutami Alberto Granado e Delia, digli che li vedrò in dicembre all'Avana. Ovviamente concordo con i tuoi elogi ad Alberto, è veramente una persona straordinaria e semplice.
Ho visto le novità sul tuo sito, mi spiace che lo chiudi, lo visitavo sempre con interesse. Comunque penso che con i tuoi compagni continuerete a fare cose interessanti.
Hasta luego

Eliolibre ha detto...

Che gioia leggerti sul mio modesto blog, professore. Leggo sempre quello che scrivi perchè trovo sempre molto interessante il tuo punto di vista, pensa che quando sono all'Avana leggo il tuo blog per sapere come vanno le cose nel mondo.
Spesso ti ascolto su Radio3Mondo, quando perdo la trasmissione mi piacerebbe ascoltarla in rete ma sui tuoi link non riesco a sentirle, devo installare qualche programma particolare?

mario ha detto...

ciao Elio hai fatto il pieno di aria rivoluzionaria? porto a tua conoscenza "l'onesta intellettuale" dell' opposizione a Chavez.
"Otro gringo chulo que se suma a la lista de Don King, Harry Belafonte, Danny Glover... El actor Sean Penn, ex-marido de la Madonna que lo dejó, entre otras cosas, porque le pegaba, es un furibundo "izquierdista" (pero millonario) del Imperio Mesmo.
Este sujeto se opone a la guerra en Iraq pero no a los Husseins, los Chávez o los Mugabes del mundo. Sí es anti-Bush.
Está en Venezuela "conociendo de primera mano la realidad venezolana" pero hospedado en un Five Stars Hotel, con todos los lujos pagos por Telésur (Chávez), con guardaespaldas y llevado a barrios y zonas de Caracas acondicionadas para su visita. Se habrá ido del país después de conversar un rato con el Comandante quien le ofrecerá café y tal vez unos millones ($) para alguna película balurda y panfletaria.
De ninguna manera se le dejará libre, cosa que de todas maneras Penn no haría, para que recorra las partes más peligrosas de Caracas, los barrios de Vargas, las zonas infectadas de Dengue en Aragua, los hospitales públicos cuyos moribundos pacientes en las emergencias son atendidos solo cuando la muerte es inminente... tampoco tendrá que ver las cadenas de Chávez, sacarse un pasaporte venezolano, recorrer parte de Caracas en un autobusete con gente guindando de las puertas, ver una prisión en cualquier parte del país, gritar "Patria Socialismo o Muerte", ser despedido de un cargo por haber firmado contra el presidente, recorrer varias farmacias para conseguir un medicamento o varios automercados para asegurar la leche para los niños...
Así que, Sean, desde Venezuela te enviamos un nada cariñoso FUCK YOU! y un GO HOME AND NEVER COME BACK, YOU MF SOB!

Sean Penn Venezuela

P.S. Non ti sembra che sono sul livello del Giornale e di Libero?
Ciao
HASTA SIEMPRE LA VICTORIA

Eliolibre ha detto...

Grazie a Mario per aver riportato il pezzo degli antichavisti venezuelani. Ci sono tutte le retoriche e le manipolazioni della realtà che stanno alla base del pensiero fascista. E' evidente l'analogia con quanto si legge quotidianamente su Libero e sul Giornale. Non sarebbe difficile smentirli, descrivono l'inferno venezuelano ma omettono di dire che quell'inferno lo hanno creato loro e che Chàvez sta cercando di porvi rimedio. E lo sta facendo bene, anche se secoli di politiche criminali lasciano situazioni quasi impossibili da risolvere.

mirco ha detto...

Bentornato Elio,anche se sono sicuro che saresti rimasto più volentieri là...Hai redatto stavolta un diario delle tue giornate passate a La Habana?
Cosa ci racconti?

Eliolibre ha detto...

Caro Mirco,
non sono proprio riuscito a tenere un diario, tante erano le cose da fare e gli impegni che non me ne hanno dato il tempo. Quando sono all'Avana il tempo non mi basta mai, anche perchè sto ancora lavorando alla ristrutturazione della casa. Poi l'offerta culturale è talmente allettante che non mi lascia il tempo per scrivere il diario. Anche quì vorrei scrivere di più ma per permettermi di stare più tempo a Cuba mi tocca dedicare tutto il tempo al lavoro. E sto già pensando al prossimo viaggio, tra poco più di due mesi riparto e ci rimarrò tutto dicembre e gennaio.
Hasta luego amigo
Ps. sto lavorando con il sottofondo di Radio Rebelde.... a Cuba sono le 5 e 37, ci sono 23 gradi di temperatura e sta piovendo abbondantemente

AnnalisaM. ha detto...

Stavo già preparando la risposta a Mario...sembrava proprio di leggere Libero infatti.
Interessante il tuo post su Ariel Diaz, sarebbe bello incontrarsi.
Un abbraccio a te Elio e a tutti.

Eliolibre ha detto...

Annalisa,
potresti vedere se esiste la possibilità di portare Ariel in Sicilia. Oltre ad essere un bravissimo cantante, chitarrista ed autore, tiene anche conferenze sulla Nueva Trova cubana. Con una interprete come te non ci sarebbe nessun problema. Dovresti contattare le varie Associazioni che possono essere interessate all'evento.

AnnalisaM. ha detto...

Elio, mi spiace ma vivo a Roma da una vita ormai, in Sicilia ci sono solo nata e purtroppo non conosco proprio nessuno là.

Eliolibre ha detto...

Va benissimo anche a Roma, se conosci qualche Associazione interessata, Ariel dovrebbe venire in primavera

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

good start