lunedì 8 ottobre 2007

Ricordando Ernesto Che Guevara



Sono passati 40 anni dall'assassinio di Ernesto Che Guevara. In tutto il mondo si ricorda la leggendaria figura di un grande uomo che ha lottato fino all'ultimo per ridare dignità ai diseredati della storia. Quest blog lo ricorda con il testo di una bellessima canzone del trovador cubano Gerardo Alfonso a lui dedicata.

Gerardo Alfonso
Son los sueños todavía

Tú surgías desde el Cono Sur
y venías desde antes,
con el amor al mundo bien adentro.
Fue una estrella que te puso aquí
y te hizo de este pueblo.
De gratitud nacieron muchos hombres
que igual que tú,
no querían que te fueras
y son otros desde entonces.
Después de tanto tiempo y tanta tempestad
seguimos para siempre
este camino largo, largo,
por donde tú vas.
El fin de siglo anuncia una vieja verdad,
los buenos y los malos tiempos
hacen una parte de la realidad.
Yo sabía bien que ibas a volver,
que ibas a volver de cualquier lugar,
porque el dolor no ha matado a la utopía,
porque el amor es eterno
y la gente que te ama no te olvida.
Tú sabías bien desde aquella vez
que ibas a crecer que ibas a quedar,
porque la fe clara limpia las heridas,
porque tu espíritu es humilde
y reencarnas en los pobres y en sus vidas.
Después de tanto tiempo y tanta tempestad...
Son los sueños todavía
los que tiran de la gente
como un imán que los une cada día.
No se trata de molinos,
no se trata de un Quijote,
algo se templa en el alma de los hombres,
una virtud que se eleva por encima
de los títulos y nombres.
Después de tanto tiempo y tanta tempestad...

38 commenti:

Trinity ha detto...

grande anche tu che hai postato questa canzone.
E pensare che ieri il tg2 l'ha DIFFAMATO chiamandolo ASSASSINO SPIETATO E SANGUINARIO.
C'è qualcuno a cui il Che ancora brucia, dopo 40 anni.
Non so se questo debba inorgoglirmi o indignarmi... davvero nn so.

mariio ha detto...

Mah che ti aspettavi, da un tg diretto da Mazza.Io non lo vedo mai quel tg.Ernesto Guevara detto "CHE" rimane nei cuori di milioni di persone e questo è importante. HASTA SIEMPRE LA VICTORIA
QUE VIVA CUBA

Eliolibre ha detto...

La diffamazione è un'arte tipicamente fascista. Da questo se ne deduce che Mazza non possa che denigrare il Che. Quello che preoccupa ancora di più è che lo fanno anche personaggi sedicenti di sinistra e preoccupa anche che ad indignarci siamo rimasti in pochi, Trinity.
Mario, fai bene a non guardare il Tg 2, anche se non è che gli altri Tg siano molto più interessanti.

Mario ha detto...

Elio sono d'accordo con te. Il criminale Cristhian von Wernich, cappellano della polizia di Buenos Aires, é stato condannato all'ergastolo.Da notare l'ipocrisia della chiesa argentina che fa finta di non sapere quello che il cappellano crimanale facesse. Speriamo che condannino anche il nunzio apostolico al tempo della giunta militare Pio Laghi, che giocava a tennis con i carnefici, ed ora sostiene di non essere a conoscenza di quello che succedeva. Penso che la condanna dei massacratori del popolo argentino sia una grande vittoria per la martoriata, ma sempre viva, America Latina
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE

Eliolibre ha detto...

Le responsabilità della chiesa per i crimini commessi contro l'umanità sono enormi. Non a caso coloro che hanno cercato di interpretare lo spirito del Vengelo sono sempre stati perseguiti. Meglio stare con i potenti e predicare di volere aiutare i poveri. Se la storia della chiesa fosse stata diversa non saremmo quì a commentare le tragedie che sconvolgono l'umanità.

Dayan ha detto...

Proviamo a guardare il lato positivo. Eduardo Galeano diceva che il Che rinasce sempre in ogni epoca e la dimostrazione più evidente della sua vitalità e attualità è che ancora oggi, dopo 40 anni dalla sua morte il tg2 e altri mezzi di informazione (si fa per dire) sentano la necessità di diffamarlo con argomenti grossolanamente falsi. E' ancora molto pericoloso, non sono riusciti a neutralizzarlo come è invece avvenuto con altri grandi rivoluzionari del secolo passato.
Penso che alla giusta indignazione debba prevalere il compiacimento.

Eliolibre ha detto...

Dayan, le IDEE del Che sono invincibili ed eterne perchè sono GIUSTE, e prima opoi, come dice convinto Alberto Granado, trionferanno in ogni angolo del mondo. Fai bene a compiacertene.
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE.

Anonimo ha detto...

Hola Compañeros!!! Do quello non ho per che il Che mi dica cosa ne pensa di quelli che ci identificano con lui. Come io una volta.
Cosa ne pensa il Che di queste grande statue per magnificare la sua figura.
Cosa ne pensa di la sua fascia sui biglietti cubani, con la quale si specula.
Che comandante amico, tu che ci hai liberato e portato la giustizia, perché ti sei marciato??
Forsè aveva capito tutto dal principio.

Dayan ha detto...

Anonimo, non sono sicuro di aver capito quello che hai scritto, ma penso che oramai sia un dato acquisito che il Che abbia lasciato Cuba per liberare il cono sur cominciando la guerriglia dalla Bolivia, e non per presunti dissidi con Fidel, come i disinformatori di professione hanno cercato di insinuare. Le ultime lettere che ha lasciato testimoniano in modo chiaro la sua totale adesione alla revolucion e la piena sintonia con Fidel, non avrebbe mai scritto cose alle quali non credeva veramente.
Quanto alla commercializzazione della sua immagine, penso che non ne sarebbe contento, soprattutto perché si sono arricchite persone appartenenti ad un sistema che lui odiava visceralmente. Penso però che, come per una eterogenesi dei fini, il sistema che avrebbe voluto cristallizzare la sua immagine neutralizzandone gli aspetti più pericolosamente rivoluzionari gli abbia dato nuova vita, con la conseguenza che le sue idee continuano a "camminare su altre gambe".

Eliolibre ha detto...

Quello di ridurre il Che ad icona pop è il classico tentativo dell'imperialismo neoliberale per distogliere l'attenzione dai veri problemi che assillano l'umanità. Quei problemi che il Che aveva analizzato bene dedicando a questo tutta la sua vita, la sua grande intelligenza ed il suo straordinario spirito di giustizia sociale.
Io non credo che sia imprtante che la figura del Che sia finita sulle megliette e quant'altro, l'importante è che il suo pensiero ed il suo comportamento etico continui ad essere esempio per milioni di persone che si oppongono ai potenti che seminano morte e disperazione, milioni di persone che lottano per un mondo migliore. E proprio lì dove è stato assassinato il Che sta nascendo la nuova speranza per l'umanità. Chavez, Evo e Rafael Correa stanno guidando i loro popoli verso un futuro di autodeterminazione e di libertà individuale e collettiva che solo il socialismo può garantire. Proprio le idee di Ernesto Guevara, che fu molto critico con l'esperienza sovietica, stanno alla base del Socialismo del XXI secolo che coniugando politica sociale ed ambiente sta diventando la guida ideale per tutti i popoli del mondo e gli uomini che perseguono l'uguaglianza, la giustizia ed u nostile di vite consono all'essere umano.
Questo l'amico Anonimo sembra non averlo compreso perchè confuso dalla potente e prepotente propaganda dei criminali potentati economici occidentali e non solo.
Hasta siempre

Anonimo ha detto...

Andare a liberare Bolivia quando le condizione sociale non ceranno.
Per me vuole dire che allora aveva capito poco e imparato poco di Fidel.
Prima del Granma i rivoluzionari cubani hanno dovuto sudare sangue per portare avanti la rivoluzione.
Allora era troppo impetuoso o non aveva proprio niente da fare???. Ha fatto tutto di testa sua???
Doveva dimostrare quanto bravo era??
Non certo questo stava dimostrato,,,Allora era politicamente immaturo,
Le rivoluzione non ci esportano, ni anche la pace come pretendono gli americani a forza di bombe.
Sono i popoli che devono essere pronti per assumere da soli il loro futuro, a partire di la democrazia e la libertà di D'Espressione.
Saluti compagni
SCUSA PER IL IDIOMA GAVIOTAZALAS

Eliolibre ha detto...

Mi sembra che le tue analisi sulla figura del Che siano molto superficiali.
Quanto alla questione che "Sono i popoli che devono essere pronti per assumere da soli il loro futuro" penso proprio che nessuno come il popolo cubano abbia fatto altrettanto

GaviotaZalas ha detto...

No sono nessuna per analizzare al Che, anche io lo ho ammirato. Ma penso ha stato troppo impetuoso ha Bolivia. Al meno lui andava di persona a risolvere i problemi.
Il popolo cubano sono tutti quelli che abitano a CUBA incluso Biscet, incluso Martha Beatriz Roque, incluso quelli del poggetto Varela,,,che acclaro di momento no seguo a nessuno ma gli appoggio a tutti, perché la libertà di espressione e un diritto de tutti.
Non vedo che in Italia se metta in prigione per parlare in contro il governo. Tu sei Italiano imaggino?? Se sei cubano solo ti acompagno in la pena perché anche io pensavo come te...Italiani a Cuba vanno a fare realtà i naufragi politici a Italia, andate a liberci a voi stessi di vostre paure,,,
HASTA LA VICTORIA SEMPRE!!!

GaviotaZalas ha detto...

ahh elimina mie commenti perché alla fine dai voce alla opposizione. Penso ai compagni di Cuba non piacere la tua attitudine. Possono analizzarti. Raccomandazione di una ex compagna...

Eliolibre ha detto...

Hai tutti i diritti di sostenere chi vuoi, ma avresti anche il dovere di fare un po' di chiarezza. La confusione non aiuta a giudicare, specialmente se si crede di avere in tasca la verità. Sui personaggi che tu sostieni faresti bene ad informarti meglio, chi è pagato dai nemici del proprio Paese, quelli che stanno tiranneggiando il mondo intero e che finanziano, proteggono e promuovono il terrorismo che ha fatto migliaia di vittime innocenti, dovrebbero essere messi all'indice da chiunque abbia a cuore la giustizia.
Quanto alla mia identità, al contrario della tua è nota con tanto di nome, cognome ed indirizzo, non ho bisogno di nascondermi dietro l'anonimato in quanto non devo vergognarmi delle mie idee, al contrario dei vigliacchi anonimi, ne vado orgoglioso.
E prova anche a vedere a che punto siamo con le libertà, la democrazia, la giustizia e l'uguaglianza in Italia ed anche nel resto del'Occidente, anche se lì va un po' meglio. Potresti accorgerti che dietro a grandi pronunciamenti in pratica si nasconde una triste realtà. La libertà non è un pezzo di carta!!!!

GaviotaZalas ha detto...

Caro Elio sei esempio della tua specie non riuscite a parlare senza offendere, va bene non mi do per offesa . Per me sei tanto anonimo come io,conosciuto dai tuoi a casa tua. Ti schiarisco che quando intervengo in un Blog no leggo chi siete ma solo quello che ditte.
Non appoggio a Chi ho detto però penso devano essere ascoltati senza rischiare niente. Incluso ti dico di più, anche se non lo meriti, con Biscet non sono di accordo, ma vorrei ascoltare in una tribuna libera e democratica quello che Lui ha bisogno di esporre.
Non tutti quelli che vogliamo cambiamenti, siamo amici di Bush o la cia, o manipolati del capitalismo. Non mi aspetto che i cambiamenti portano a mio paese al primo mondo, ma solamente un paese più libero e governato della saggezza e buon senso.
Non vedo la TV italiana tante volte perché non piacciono, le offese, neanche i pollai. Vi lasciò con le vostre ragione vedo siete buoni a parlare tra di voi,,

Eliolibre ha detto...

Credo che le tue difficoltà ad usare l'italiano non ti diano la possibilità di comprendere che io non ho mai offeso nessuno e che offensive sono invece alcune tue frasi.
Quanto ad essere ascoltati, i dissidenti cubani non dovrebbero lamentarsi, la loro voce viene amplificata molto più di quanto meritino in tutto il mondo. Al contrario di quella del Governo cubano che viene sempre taciuta o completamente stravolta. Ti consiglio di non fidarti della "libera stampa" occidentale, è molto più affidabile il Granma.
Io penso, perchè lo conosco, che il poplo cubano sia un popolo eroico, però non lo sono tutti. Sarebbe triste se tu ti identificassi con questi ultimi.
Il tuo desiderio di cambiamento è più che legittimo, ma confondere il cambiamento con la distruzione di valori umani che a Cuba vengono salvaguardati con eroismo contro l'attacco di tutti i potenti e i crimanali che vogliono dominare il mondo, non è altrettanto legittimo.
In poche parole, migliorare il sistema è doveroso, volerlo rovesciare per consegnarlo al capitalismo criminale è veramente vergognoso.

Anonimo ha detto...

mie frasi sono ofensive perchè non gli comparti? Parole offensive non ho usato,,,me pare..
Ma dei vigliacchi anonimi, hai parlato tu per primo,,,pare non sai ancora perchè non posso usare mio nome?? Allora non so cosa sto a parlare con te,,,saluti paso ,,cambio e chiudo Gaviotazalas

Eliolibre ha detto...

E vorresti farmi credere che usi l'anonimato per timore che il Governo cubano ti perseguiti? Chi vuoi prendere per i fondelli, per fortuna i cubani hanno cose ben più interessanti a cui dedicarsi....
Ti ripeto che chi si nasconde dietro l'anonimato per poter dire impunemente tutto quello che vuole, è un vigliacco.
Visto che passi e chiudi, chiudo anch'io ripetendo quello che ho già detto in un altro post:
non credere di farmi fesso, so riconoscere benissimo la cubania e la femminilità. Puoi riprovare altrove.
Auguri

Anonimo ha detto...

Gaviotazalas intende la LIBERTA' come la -propinano- gli Stati Uniti, LIBERI di COMANDARE en TODO el MUNDO,
LIBERI di avere l'energia nucleare e di DECIDERE quale Paese puo' possederla,
LIBERI di ingaggiare con la Cia SADDAM HUSSEIN e poi di ucciderlo,
LIBERI di mangiare sino a diventare OBESI,
ECC...ECC...
E' QUESTA LA LIBERTA'?

LA LIBERTA' E' MOLTO PIU' CHE PARLARE,
LA LIBERTA' E' SAPERE AMARE!!!

P.S.(mi dispiace la quasi omonimia) EL GAVIOTA

GaviotaZalas ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Eliolibre ha detto...

Smettila di scrivere stronzate per favore, abbiamo capito il personaggio, non è il caso di insistere. Te lo ripeto, prova altrove, magari troverai terreno più fertile.
Chao
Ps. Questo è un sito in italiano perciò non è necessario che chi lo frequenta conosca lo spagnolo. Dopotutto non mi sembra che tutti gli spagnoli conoscano l'italiano....

mirco ha detto...

Ciao Elio,
vorrei farti notare che da diversi giorni nelle testate di tutto il sudamerica si dà risalto alle elezioni avvenute ieri a Cuba e del ruolo che avrà il Comandante mentre qui in Italia nessuno ne ha accennato minimamente.
A te i commenti.

Eliolibre ha detto...

Purtroppo la scandalosa disinformazione continua a fare il suo lavoro. Ma noi non dobbiamo arrenderci, continuiamo a far circolare le informazioni che la grande stampa tiene accuratamente nascoste, anche se molto lentamente però qualche segnale positivo sta arrivando. Portiamo a conoscenza di più persone possibili l'esistenza di canali di informazione liberi dai condizionamenti del "mercato" quali Telesur, Cubavision Internacional, Arcoiris, Nessuno TV, ecc.

mirco ha detto...

Ciao Elio,
guarda un pò qua:
http://www.tellusfolio.it/index.php?prec=%2Findex.php&cmd=v&id=4189
Ora il nostro giornalista preferito se la prende con Minà.
A me sto Lupi mi fa proprio pena,non gli darei neanche il permesso di portargli le scarpe a Minà...

Eliolibre ha detto...

Mirco, Gordiano Lupi mi è ben noto, a lui ho replicato proprio su quel giornale che tu citi (un mensile di area Partito Radicale, quelli che hanno inscenato una manifestazione sulla Quinta Avenida suscitando l'ilarità degli habaneros) che si pubblica proprio quì in Valtellina con il nome de 'l Gazetin. Se vai sull'altro mio blog Notizie dall'Impero all'indirizio http://wwwmondolibero.blogspot.com tra i primi post pubblicati, li trovi cliccando a destra sul mese di maggio 2006, ci puoi trovare tutto quanto. Ma personaggi come Lupi, che dopo non aver avuto il successo sperato come giornalista scrittore filo-cubano è passato armi e bagagli dalla parte degli oppositori, un percorso ben noto e ben più reddititzio, non possono che far pensare che qualcosa devono pur fare per vivere..... Concordo pienamente con te, fa proprio pena.

ilboia ha detto...

Ma dico vi rendete conto di quello che scrivete? ma ci credete davvero a quello che dite qui? a cuba ci sono le elezioni? e magari libere elezioni? le persone come voi fanno paura siete peggio dei fascisti con la differenza che davanti agli occhi avete banane più grosse!
Andate a lavorare,braccia tolte all'agricoltura! che schifo, elezioni a cuba.......ma come si fa......

Eliolibre ha detto...

Il tuo nome è la migliore risposta a quello che scrivi. Spero che tu non voglia continuare con queste prodezze....

ilboia ha detto...

Elio il mio nome è un soprannome che ho nella mia squadra di calcio ma non è questo l'argomento. sii onesto. a cuba davvero ci sono libere elezioni? se sì, che droghe usi?

Eliolibre ha detto...

Sarà pure il soprannome, mica ho pensato che i tuoi genitori ti avessero dato Boia come nome, ma i tuoi compagni di squadra sembra che sappiano bene che tipo sei. Mai soprannome fu così azzeccato!
Scusa, ma non mi sembri tanto in sagoma..... forse sei tu quello che fa uso di droghe, io non fumo nemmeno sigarette
Chao

ilboia ha detto...

d'accordo, mi drogo ma continui a non rispondermi. A cuba ci sono elezioni libere? il cittadino si candida liberamente e altri lo eleggono?c'è pluralità di partiti?

Eliolibre ha detto...

Contrariamente a quello che succede da noi, come è noto i candidato li scelgono i partiti, a Cuba ci si candida liberamente perchè alle elezioni non partecipano i partiti ma le persone. In poche parole non succede quello che succede da noi che ultimamente mi sembra stia indignando non poco i cittadini.
Le elezioni che si sono svolte pochi giorna fa a Cuba sono state un esempio di democrazia diretta che noi ci sognamo. Se vuoi sapere come funziona, su questo blog è stato ampiamente spiegato e dibattuto, basta andare sul sito del governo cubano e trovi tutte le spiegazioni che vuoi.
Poi ognuno è libero di credere quello che vuole, io difendo la democrazia diretta, senza partiti, tu probabilmente sei uno che crede che la democrazia la facciano i partiti, la pensavo così anch'io una volta, poi ho scoperto che aveva ragione Josè Marti a sostenere che erano proprio i partiti che impedivano la democrazia. Mi sembra che finalmento lo stanno capendo in tanti.

Eliolibre ha detto...

L'anonimo vigliacco continua a scrivere vigliaccate. Non mi resta che far scattare la censura.
Cerca di spendere meglio il tuo tempo, ti farà bene.

Dayan ha detto...

Non è censura ma igiene, come cancellare le stupide scritte che imbrattano i muri.

Eliolibre ha detto...

Dylan, ho cercato di dialogare ma con certi elementi non c'è modo. Come dici tu, è una questione di igiene.
Intanto l'anonimo continua a scrivere basura a ritmi sostenuti. Questi tipi devono avere molto tempo a disposizione, peccato che lo utilizzino per dustruggersi il cervello. Per fortuna che per cancellarlo basta un clic.

fred deve_usa ha detto...

...bueno...amigos...
esta es la realidad...
hasta luego
y hasta la victoria siempre!
mira...
http://complementaryopposition.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Αn imprеssіve share! Ι have juѕt forwаrdеԁ this onto a colleague who wаs doing a little homework on this.
And hе actually bought me lunch due tο thе faсt
that I discovered it for him... lоl. So let me reword
thiѕ.... Thank YOU for the mеal!

! But уeah, thanks for sрending somе time to talk about this
subject here on your internet sitе.

My blog post: iphone repair selangor

Anonimo ha detto...

Hello thеrе, just bеcame aware οf your blog thгough Googlе, and found that it's really informative. I am going to watch out for brussels. I will be grateful if you continue this in future. Numerous people will be benefited from your writing. Cheers!

Feel free to visit my blog post - ipad repair johor