mercoledì 13 febbraio 2008

TERRORISMO MEDIATICO-CI RISIAMO



Continua il terrorismo mediatico contro Cuba. In questi giorni ha fatto il giro di tutte le televisioni del mondo un video in cui si vedono alcuni studenti cubani che durante un incontro con Riccardo Alarcon de Quesada, presidente dell’Assemblea del Poder Popular, pongono alcune questioni definite “scottanti”. Si tratta di un fatto normalissimo che avviene in tutti i paesi del mondo, anzi, questo dovrebbe essere una clamorosa smentita per tutti coloro che per malafede, interesse o codardia, sostengono che a Cuba non esiste libertà di espressione. Il video in questione, trasmesso dalla televisione cubana, è stato ripresa dalla fin troppo famosa TV Martì che, lautamente finanziata dal governo Usa, trasmette dalla Florida 24 ore al giorno qualsiasi tipo di nefandezza per denigrare Cuba ed il suo governo. Ovviamente il filmato era parziale, riportava solo alcuni stralci delle domande degli studenti e delle risposte di Alarcon, ma l’arte della manipolazione non manca sicuramente ai “democratici” giornalisti di TV Martì. Anche la nostra Rai non si è fatta scappare l’occasione ed il TG2 diretto da quel campione del giornalismo che risponde al nome di Mauro Mazza, messo lì per i suoi indiscutibili meriti e non perché raccomandato da qualche partito di riferimento, lo ha mandato in onda due sere fa accompagnato da un commento vomitevole.
Anche i nostri giornali hanno fatto la loro parte ed “il più grande di tutti”, il Corriere della Sera, ha affidato a Rocco Cotroneo, inviato a Rio De Janeiro, il commento del fatto. Ovviamente da Rio quello che succede a Cuba si vede meglio e che Cotroneo sia un esperto di fatti cubani lo ha già dimostrato più volte. Di questo passo supererà Omero Ciai, l’esperto dell’Espresso che scrive di Cuba da Miami....
Ma la cosa non è affatto finita quì, voi che uno studente che si permette di fare certe domande ai dirigenti cubani la passi liscia? Eh no, altrimenti che dittatura sarebbe quella cubana! Ecco che allora viene diffusa la notizia che il giovane impertinente è finito in carcere, così il cerchio si chiude, in una dittatura non si può fare domande scomode e se qualcuno trova il coraggio di farlo viene incarcerato, torturato e fatto sparire. Se queste cose, anche se non ce lo dicono, sappiamo che avvengono quotidianamente nel paese “più democratico del mondo” e in tutti i regimi democratici da questi sostenuti, figuriamoci se non avviene sotto la ferocissima dittatura castrista!
Ma è veramente finito finito in carcere Elicèr Avila, il ragazzo che ha osato incalzare Alarcon de Quesada? Assolutamente no, Elicèr è andato in televisione, lo si vede nella foto, ed ha raccontato candidamente che fare domande ai dirigenti cubani è una prassi normale da parte degli studenti, che le intenzioni degli studenti sono tutt’altro che quelle di voler abbattere il socialismo ma al contrario di fortificarlo, che la famosa maglietta con la @ che portava al momento del dibattito con Alarcòn è la maglietta della facoltà di informatica in cui studia e non un simbolo di libertà come sostenuto dai media di tutto il mondo e che nessun studente è stato carcerato in Cuba, questo semmai avveniva prima della Revoluciòn. Scommettiamo che Mauro Mazza non manderà in onda il video di Elicèr che smentisce gli imbroglioni? La BBC, che prima aveva dato credito alla notizia dell'arresto dello studente, ora ha smentito tutto, saranno pure loro dei vili al servizio del capitale, ma almeno il coraggio di smentire quando è evidente che hanno preso una cantonata, loro ce l'hanno ancora.
Se i nostri mezzi di informazione fossero veramente liberi e non al servizio dei potenti che dominano il mondo e che spendono cifre astronomiche per manipolare la realtà e per condizionare le coscenze di miliardi di esseri umani, non sarebbe difficile raccontare qual’è la realtà di Cuba, la sua storia, le sue conquiste e la lotta che sta portando avanti per difendere la propria indipendenza e sovranità. E magari i nostri “democratici” inviati e direttori di telegiornali ci racconterebbero chi sono coloro che torturano, affamano, bombardano, tramano, rapinano, distruggono e si rendono responsabili delle atrocità che stanno distruggendo il pianeta e i suoi abitanti. Malgrado gli straordinari mezzi messi in campo per disinformare, nascondere e distorcere la realtà, la situazione è talmente drammatica che la presa di coscienza si fa sempre più strada tra le popolazioni del nostro sciagurato pianeta. Chissa se anche i Cotroneo, i Mazza, i Ciai e i tanti altri scellerati servi dei loro padroni prima o poi si renderanno conto delle tremende responsabilità di cui si stanno macchiando. Non è mai troppo tardi. Forse....

23 commenti:

Licio ha detto...

VERGOGNATI!!!!!!!!!!!!
Spero che quando Cuba sarà davvero libera dall'opprimente dittatura di quei due bastardi dei Castro, tu e tutti quelli come te possano pagare per le nefandezze che dite! VERGOGNA!!!!!!!!!!

alex ha detto...

SARA' LIBERA CUBA QUANDO CHI SCRIVE STERILI CAGATE COME LA TUA SMETTERÀ DI SCRIVERE, E SI DEDICHERÀ A BEN ALTRO. CRITICARE VA BENE MA SOLO SE SI PORTANO FATTI ED OPINIONI BEN STRUTTURATE...VERGOGNATI..

Eliolibre ha detto...

Bravo Licio, prenditela con i fratelli Castro anzichè con quelli che ti hanno ridotto il cervello ad un contenitore di luoghi comuni diffusi ad arte dai cialtroni che hanno ridotto il pianeta ad un vergognoso campo di concentramento. Vedi di metterci dentro qualcosa di utile, magari invece di venire quì ad insultare inizia a guardare in faccia la realtà vera non quella raccontata da chi ha interesse a deformarla. Se nemmeno di fronte ai bluff più vergognosi e clamorosi si è in grado di prendere coscenza della realtà, la situazione è davvero drammatica. Per qu8elli come te, perchè i cubani, ed io con loro, si godono la vita, amano anzichè odiare e vivono secondo principi etici che da noi sono andati irremediabilmente perduti. Tu ne sei un chiarissimo esempio.
Comunque ti faccio i miei migliori auguri, tra poco il Cavaliere ed i suoi amici nazi-fascisti ci salveranno dal declino....

Anonimo ha detto...

Perdonali Elio,
non sanno quel che diccono
non sanno quel che fanno
sono delle anime perse,
e scometto che la domenica vanno anche a messa!

Un saluto
Un tipo serio.

Anonimo ha detto...

CUBA E' LIBERA!

LIBERA DALLA POVERTA'

PIENA DI DIGNITA'

DI AMORE, UMANITA'


CUBA E' LIBERA!

DALLA COLPA, INVISIBILE

DI UCCIDERE!


GIORNO DOPO GIORNO,

PICCOLI BAMBINI,

PER UN OCCIDENTALE

"MAL DI VIVERE"!


( a Questo, Splendido, BLOG!)

el gaviota

Anonimo ha detto...

Ciao el gaviota,
simpatitico!da qualche parte ti ho gia incrociato con piacere,stami bene
amicalmente.
Un tipo serio.

Anonimo ha detto...

Scusa volevo dire
simpatico ce una "ti"in piu!

Un tipo serio.

Anonimo ha detto...

Caro Licio, hai mai letto un libro sulla storia di Cuba e Della Revolucion? Secondo te, quale sarebbe l'alternativa per Cuba? Un governo filo-americano? Credo sia sufficente sapere quali miserie e violazioni di ogni tipo di dignità vivono i confratelli Sudamericani che da mezzo secolo subiscono i tanto "consigliati" governi filo-nordamericani! No, mi dispiace Viva la Revolucion, Viva Fidel, Viva Raul. Te lo dice uno che conosce Cuba "e non solo gli hotel" e anche altri stati dell'America Latina.

Eliolibre ha detto...

Ciao Tipo serio, che piacere sentirti, specialmente in queste ore dove nel tuo ex grandissimo e nobile paese qualcuno sta soffiando nuovamente sul fuoco per creare divisioni, separazioni, discordie e guerre a causa delle quali il tuo popolo ha già patito inumane sofferenze. E tutto questo sotto l'egida dell'Onu e della Comunità Europea, il tutto sotto la regia dei criminali Usa. La voracità del capitalismo non si ferma davanti a niente, e si dicono puro difensori dei valori cristiani!!!! Ecco perchè ho sempre rifiutato qualsiasi credo religioso, pur rispettando profondamente chi crede veramente.
Grazie all'amico Gaviota per le sue bellissime parole ed agli amici anonimi che con i loro interventi rafforzano la mia convinzione che un mondo diverso è veramente possibile, forse lo sarà più presto di quanto ce lo aspettiamo.
Hasta la victoria siempre hermanos

mirco ha detto...

Ciao Elio,
purtroppo il fine degli stati uniti e dell'ue è quello di creare un effetto a catena tra i vari stati secessionisti tra i quali,guarda caso,se ne trovano molti appartenenti alla federazione russa.Primo perchè eventuali scontri favorirebbero le vendite di armi,secondo c'è l'obbiettivo di indebolire la Russia che sta ritornando ad essere una superpotenza.Gli usa se ne fregano altamente dei kosovari altrochè....

Anonimo ha detto...

Si Elio e vero come dici tu,e un giorno triste per me,ieri in Cosovo ce stata una grande festa non so se ci hanno participato tutti a questa grande festa!
io spero di si,
non so cosa dire cosa pensare sono
triste ed inpotente,mi auguro solamente che non finisca a bombe e masacri questo e il piu importante.

Adesso avanti tutti!!
La Corsica la Bretagna l'Irlanda
le Fiandre i paesi Baschi chi piu ne ha piu ne metta,la terra e un grande zoo gli animali siamo noi.

Sai Elio! eravamo ben partiti con questo grande dittatore "Tito" ci aveva messi tutti insieme,con dificolta ma era riuscito a mettere tutte queste tribu insieme,
e io avevo un grande sogno che dopo la guerra una nuova generazione
nasca viva e muoia in pace senza guerre,il mio sogno e stato interrotto,e per questo penso spesso a questo grande popolo cubano che dopo la revoluzione
almeno quella generazione viva in pace.
Ciao Elio abraccio.
Un tipo serio

Eliolibre ha detto...

Ottima riflessione Mirco, concordo totalmente

Eliolibre ha detto...

Se penso che la sinistra italiana ha avuto una parte determinante nella distruzione della stua splendida nazione, mi sento veramente male. Ti chiedo perdono a nome di tutti i veri progressisti italiani.
Un caloroso abbraccio pieno di affetto amico mio. Non perdonare chi vi ha fatto tanto soffrire caro amico istriano, un giorno non lontano saremo in tanti a lottare per cacciare il capitalismo criminale da tutti gli angoli della terra.

Anonimo ha detto...

per tutti quelli che amano cuba...perche non chiedete asilo politico?se non ve lo danno....potete sempre provare con la corea!e sai qual'è la cosa paradossale,che dovete provare che siete perseguitati,....qui!sara'difficile!invece per cubano è molto piu facile...in ottobre 2008 è straripato il fiume "cauto",in granma.usciva un'acqua che neanche ai maiali si da qui da noi.dai rubinetti usciva un liquido nero,che stipato in bottiglie di plastica faceva una specie di fondo melmoso.io la usavo per cucinare,la bollivo e mi mangiavo la pasta.per lavarmi la usavo diretta,a volte mi faceva impressione.per bere mi compravo le ghirbe da 5 litri,2 dollari cubani.
ora,cosa bevevano secondo voi i cubani?ghirbe da 5 litri o diretta dalla cannella?
risposta esatta!!la seconda che hai detto!!!
pensa che un cubano guadagna 0,50 centesimi al giorno.
cosa ti dava il governo provinciale per difendersi da questa possibile contaminazione?
medicina contro morsi dei topi,che infermieri volenterosi(ehhhhh)passavano casa per casa...con il misurino.
di acqua pulita neanche l'ombra.
cosa è che voglio dire?e ne ho di storie da raccontare.....che il socialismo è contro il popolo...sempre.
gigilazio

Eliolibre ha detto...

Certo che il fiume che ha straripato il mese di ottobre che deve ancora venire deve avere fatto dei grossi danni...., sopratutto al cervello di chi scrive quì sopra. Che chi attacca Cuba e la sua esperienza siano solitamente persone poco dotate intellettivamente l'avevo sempre pensato ma, lo giuro, che si potesse arrivare alle farneticazioni che ho letto quì sopra non me lo sarei mai aspettato. Conosco solo una persona capace di mettere insieme tante nefandezze, ignoranza, stupidità, insipenza e odio ideologico, la moglie del mitico Gordiano Lupi. Dovresti fare la sua conoscenza, vi assomigliate tantissimo, sembrate addirittura la stessa persona....
Spero che il Cardinal Bertone a Cuba tra le altre cose chieda a Dio di avere un po' di pietà per certi sfigati.... Mi unisco alle sue preghiere.

Anonimo ha detto...

ciao eliolibero(da che?)
c'è novita'a cuba,il nuovo presidente si chiama Castro(enterite).ammazzachefigata!!
la societa'è in fermanto si dice che il dollaro potrebbe diminuire,notizie che mi arrivano fresche fresche,da 25 pesos cubani a 23 piu o meno.ossia,se uno ha 10 dollari li puo cambiare con 250 pesos.si abbassa il prezzo a 23pesos per dollaro e puo comprare gli stessi 10 dollari a 230 pesos,cosi puo guadagnarci qualchecosa.
questa tecnica fu utilizzata dal grande fidelcastro(grande-politico-attaccato-alla-poltrona-il-doppio-di-mussolini) qualche anno fa'.
aveva promesso di diminuire il prezzo del dollaro,risultato,un gran fila alle banche.la gente vendeva tutti i dollari che poteva,un mio amico fece chiudere il conto in dollari che aveva.torno a casa con una valigia di pesos!!volete sapere il risultato?passarono mesi..anni.niente!!fidel aveva illuso la gente(da-buon-socilista-che-fotte-costantemente-il-popolo)raccimolando i dollari cash che ne aveva bisogno,per pagare i buffi che ha.
la prossima volta vi racconto dei frigoriferi.
gigilazio

Eliolibre ha detto...

Forse è meglio che non ci racconti più niente perchè la tua confusione mentale mi sembra gia abbastanza preoccupante....
Ps. Ho già avvertito più volte quali sono gli intenti di questo blog e lo ripeto un'altra volta: QUESTO DEDICATO A CUBA, COME L'ALTRO MIO BLOG, SONO NATI PER CONTROINFORMARE, PER RACCONTARE TUTTO QUELLO CHE LA NOSTRA STAMPA ED I GIORNALISTI AL SERVIZIO DEI PADRONI DEI MEZZI DI INFORMAZIONE, TENGONO RIGOROSAMENTE NASCOSTO O DEFORMANO. NON E' DUNQUE UN LUOGO PER SCONTRI TRA FAZIONI PRO O CONTRO CUBA, NON MI INTERESSANO CENTINAIA DI INTERVENTI PIENI DI INSULTI TRA LE OPPOSTE FAZIONI, MA SOLAMENTE RACCONTARE QUELLE REALTA' CHE VENGONO NASCOSTE O DEFORMATE. CHI INTENDE SOSTENERE QUESTO PROGETTO E' IL BENVENUTO, CHI VUOLE INVECE RIDURRE QUESTO SPAZIO A LIVELLO DI DISCORSI DA BAR SPORT, DOPO AVER RICEVUTO OPPORTUNA RISPOSTA, VERA' INVITATO A RIEMPIRE CON LE SUE INSULSAGGINI ALTRI SPAZI NON DIFFICILI DA TROVARE.
Ah, dimentivo di rispondere alla tua prima domanda, ciòè da che sarei libero. Malgrado sia una domanda da gran cafone, ti rispondo subito: sicuramente sono un uomo libero dall'ignoranza e dalla sottomissione al pensiero dominante. Quello sostenuto da una propaganda che ha in un certo modo di vivere la religione e nel potere, le sue fondamenta e che vorrebbe sottomettere l'essere umano ai voleri di pochi illudendolo di essere libero. La mia libertà l'ho conquistata fin dall'infanzia, lottando e pagando un duro prezzo, e nessuno mai riuscirà a sottrarmela. Ci provano in tanti, quotidianamente, ma non avranno mai successo, chi riesce ad essere veramente libero non potrà mai più essere sottomesso a chicchesssia, nemmenon a se stesso.

Anonimo ha detto...

2




VOLVER AL INICIO
4 de abril de 2008
El gobierno amenaza a las familias de los tres músicos que pidieron asilo en Brasil

Arodes Verdecia Pompa, Juan Alcides Díaz Sosa y Miguel Ángel Nunes Costafreda tienen en la Isla a sus esposas e hijos.

Las autoridades de la Isla han advertido a las familias de los tres músicos del grupo Los Galanes que recibieron asilo en Brasil hace dos semanas, de que podrían perder sus casas en Cuba, informó el diario brasileño O Estado de Sao Paulo.

El rotativo citó al abogado José Antônio Ferreira, quien representó a los músicos en la solicitud de asilo y comentó que Arodes Verdecia Pompa, Juan Alcides Díaz Sosa y Miguel Ángel Nunes Costafreda tienen en la Isla a sus esposas e hijos.

Los tres cubanos viven y trabajan actualmente en Recife y tienen planeado traer por la vía diplomática a sus familias de la Isla, que tendrían derecho a acogerse al estatuto de refugiados.

De acuerdo con el diario, las familias de Verdecia Pompa, Díaz Sosa y Costafreda fueron amenazadas por las autoridades con la pérdida de sus residencias incluso antes de que el Comité Nacional para los Refugiados concediera el asilo a los tres músicos en Brasil.

La nota de O Estado de Sao Paulo señala que se sospecha que la Embajada de Cuba en Brasil podría haber sabido con anterioridad de que el gobierno brasileño iba a otorgar el asilo a los músicos.

Eliolibre ha detto...

Grazie Anonimo (come sei coraggioso! hai paura che Castro ti faccia ricercare dai suoi agenti?) per avermi mandato questo nuovo esempio di terrorismo mediaco. In quello che scrivi c'è prorio tutto il metodo classico di trattare questioni come queste. E sicuramente O Estado de Sao Paulo e el abogado José Antônio Ferreira sono la verità assoluta, quello che dicono è sicuramente l'asssoluta verità mentre lo Stato cubano è un'associazione a delinquere che terrorizza i cittadini.
Ma per favore!!!!!!! Scendete dal pero e guardate in faciia la realtà, il mondo è pieno di cubani che vivono all'estero LEGALMENTE senza nessun bisogno di ricorrere a campagne mediatiche montate da chi sappiamo bene. Sta alla coscienza ed all'intelleginza delle persone decidere da che parte stare. D'altronde basta pensare che in Italia la maggioranza degli sfruttati vota per i propri sfruttatori per capire in che condizioni siamo ridotti.....
Comunque auguri ai tre musicisti cubani, speriamo che se la cavino....

P.s Fra una settimana saranno miei ospiti una coppia di trovadores cubani, ho espletato persdonalmente le pratiche per farli venire in Italia sbrigandole in pochi giorni per quanto riguarda la parte cubana. L'ambasciata italiana invece mi ha reso la questione un po' meno facile inventandosene di ogni tipo, per esempio ritenendo documenti originali e perfettamente illegali non "conformi" per poi chiedere scusa per i "disguidi" e facendo perdere ai due trovadores un concerto già programmato con tutte le conseguenze del caso. Forse perchè i miei amici vogliono venire in Italia legalmente??????? Io giurerei di sì....

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

La clamorosa 'svolta' di Cuba:
"Ora si potrà cambiare sesso"
Lo annuncia Mariela, figlia di Fidel Castro, che ha lanciato una campagna contro l'omofobia. Dagli anni '60, gli omosessuali sono messi al bando dal regime cubano e alcuni di loro sono reclusi nei campi di lavoro

L'Avana, 6 giugno 2008 - Cuba legalizza le operazioni chirurgiche per cambiare sesso: lo annuncia il Centro nazionale di educazione sessuale (Cenesex) diretto da Mariela Castro, figlia del presidente cubano Raul Castro. Si tratta dell'ultimo segnale di ammorbidimento del regime cubano.


Gli interventi per cambiare sesso sono stati autorizzati da un decreto firmato la settimana scorsa dal ministro della Sanità José Ramon Balaguer. Una commissione nazionale per i transessuali controllerà questo tipo di intervento chirurgico che sarà effettuato dal "sistema di sanità pubblica nazionale", ha indicato il Cenesex.


Sessuologa di formazione, Mariela Castro ha lanciato a maggio un'importante campagna contro l'omofobia, con l'appoggio ufficiale del padre e del partito comunista cubano (Pcc) Più di cento cubani hanno ufficialmente fatto richiesta alle autorità di essere riconosciuti come transessuali dal 1979, ha affermato Mariela recentemente alla rivista Bohemia. Ventisette di loro beneficiano di un "trattamento ormonale" e possono essere sottoposti a un intervento per il cambio del sesso "se le condizioni di salute lo permetteranno e se lo vorranno", ha precisato.


La decisione, allo studio dal 2005, avviene mentre il regime cubano, sotto la guida di Raul Castro, ha adottato numerose misure di liberalizzazione, tra cui l'autorizzazione ad acquistare un cellulare o un computer.
Dagli anni '60, gli omosessuali sono messi al bando dal regime cubano e alcuni di loro sono reclusi nei campi di lavoro.

Eliolibre ha detto...

E dagli con gli omosessuali reclusi. Per favore!!!!!!!

Manuel ha detto...

Cuba è più libera di quanto pensino tutti questi illusi quì.
Libera in quanto permette di lasciar esprimere anche giudizi negativi proprio come accade in quesot sito in cui non vengono cancellati infamanti insulti di poveri illusi.
Certo non esiste uno stato perfetto ma almeno fino ad ora il Socialismo s'è dimostrato forse uno dei migliori sistemi politici dove al centro viene messa la persona.
Il liberismo abbiamo visto che ci fa credere liberi da un'ingerenza statale che non esiste in quanto solo chi ha i soldi o dispone di mezzi, ha un minimo di potere.
Questa gente qua oltre alla messa basta che gli lasciate le partite la domenica e i cinepanettoni ed è contenta.
Aquì no se rinde Nadie!!!